Close

BMW Drivers a Montecarlo
  • BMW M2 F87: eccola quasi svestita

    BMW M2 F87 è quasi “desnuda”. La piccola bomba di Monaco fa già parlare di se in questo magnifico Laguna Beach Blue.

    BMW M2 F87: il ritorno alle origini di BMW. Questa piccola bomba di serie è pronta per scompigliare i vostri piani. Eccola, definitiva, con solo qualche lieve camuffatura in attesa di essere svelata a breve online. La nuova BMW M2 F87 si propone come una vettura più estrema della già veloce M235i: raccoglie l’eredità della vecchia 135i M Coupè (che non poteva di certo essere chiamata M1, NdR), con carreggiate allargate, passaruota bombati ed i 4 inconfondibili scarichi posteriori, caratteristica distintiva delle BMW Motorsport dalla M5 E39. BMW M2 sarà disponibile per i clienti in quattro colori: Alpine White, Black Sapphire e Mineral Gray, con la chiusura del Long Beach Blue. Tre colori su quattro, però, saranno disponibili al lancio sul mercato. Sotto il cofano troveremo il noto, come abbiamo accennato in precedenza, 3.0 litri 6 cilindri in linea biturbo da 370 CV e 465Nm di coppia: numeri di tutto rispetto, che grazie al peso ridotto della vettura, potrebbero far impensierire la sorella M4 in più di un circuito. Tale potenza e coppia saranno scaricati al suolo mediante trasmissione manuale a 6 rapporti o doppia frizione a 7 rapporti. L’ispirazione alla E30 per la M2, avrebbe la sua connotazione con la variante M2 CSL, dove si andrebbero ad evidenziare i punti di forza come i passaruota molto bombati, i distintivi elementi di cordonatura ed un discreto alettone posteriore, oltre ad una revisione aerodinamica completa. “Con vetture M, cerchiamo di ottenere il downforce giusto senza appendici aerodinamiche. E’ il modo più autentico”, ha detto Hooydonk. Il risparmio di peso, svolge un ruolo importante nella strategia di prodotto futura di BMW ed automobili M. Già le attuali vetture Motorsport dispongono di componenti realizzare in CFRP (fibra di carbonio e composti plastici) ma in futuro vi sarà un utilizzo ancora più estremo frutto della nuova ottica di progettazione del Lightweight Design.
    Hooydonk ha aggiunto “Avrei dovuto pagare i diritti a Colin Chapman per il mantra ‘performance trought the light weight’ (prestazioni grazie al peso leggero, NdR), ma quello era un altro grande fattore per la E30, ed è anche una priorità per noi.”




    fonte:bmwnews.it
    Commenti 2 Commenti
    1. L'avatar di Jack
      Jack -
      La aspettiamo con ansia!!